"Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi quelli che ti sono inviati...vi dico infatti che non mi vedrete più finché non direte: Benedetto Colui che viene nel nome del Signore!"

الارض المقدسه حره  

          www.TerraSantaLibera.org         www.HolyLandFree.org         www.TerraSantaLibera.org         www.HolyLandFree.org         www.TerraSantaLibera.org

 

RSS FEED 

Questa è la home-page n. 18

antecedenti : 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 109 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 - 1a - 1b

BACKTORNA


RASSEGNA STAMPA DEI PIU' INTERESSANTI ARTICOLI E REDAZIONALI INTERNAZIONALI


Sostieni il nostro lavoro,

gli interventi di supporto

nella Palestina occupata,

la contro-informazione:

perchè anche il più piccolo aiuto

è di grande aiuto

Donazioni dirette (le consegnamo personalmente) a famiglie con seri problemi, ospedali, scuole, comunità, attrezzature, nella Palestina occupata.

Sviluppo progetti in cooperazione solidale e volontaria.

Aiutaci a scavalcare i muri e ad impedire l'esodo palestinese


acquista  qui  artigianato

ARABO-PALESTINESE

SI COMUNICA CHE I SEGUENTI INDIRIZZI DI POSTA ELETTRONICA NON SONO PIU' ATTIVI:

aid@jerusalem-holy-land.org

aid@terrasantalibera.org

segreteria@gerusalemmeterrasanta.org

they are no more active and in use


NUOVI  CONTATTI  &  NEWSLETTERS


OLD PAGES

ENGLISH & FRENCH

Chi siamo
aRTIGIANATO Palestinese
 AUDIO
VIDEO

Canale  Video

Terra Santa Libera

DVD
Libri consigliati

Libri per tutti

DAILY NEWS FROM PALESTINE
Quotidiani  & Riviste
MAPPE  PELLEGRINAGGI
Coalizione per la TerraSantaLibera
Diario di un pellegrino
Santo Sepolcro
MOTU PROPRIO SUMMORUM PONTIFICUM
Canti gregoriani

Archivio Generale

Comics & Design

Foto

Etica - Pro-Life

Motori Ricerca

Sostieni la nostra azione

Caritas Baby Hospital
Contatti & Collaborazioni

Iscrizione Newsletter

COLONIALISMO  EBRAICO   (links in italiano)
ZionisM   (links in english)
 
 

NEOCATECUMENALI, SE LI CONOSCI LI EVITI:

TESTIMONIANZE AGGHIACCIANTI DI

EX-APPARTENENTI

 

 

Sancte Michael Archangele,

defende nos in proelio,

contra nequitiam et insidias diaboli esto praesidium.

Imperet illi Deus, supplices deprecamur: tuque, Princeps militiae caelestis, Satanam aliosque spiritus malignos, qui ad perditionem animarum pervagantur in mundo, divina virtude in infernum detrude. Amen

 


 

per chi viaggia in Palestina:

mappa aggiornata

zone A-B-C,

strade palestinesi e israeliane,

insediamenti coloni, checkpoints,

muri già costruiti e in progettazione,

aggiornata a fine 2008,

cm. 70 x 100

Made in Palestine

 

raccolta pubblicazioni

IN  MEMORIAM

ad 1 anno dalla scomparsa di

Mauro Manno

Links  1 - 2 - 3

 
 

don Curzio Nitoglia

 

Rev. Bonaventura Pranaitis

Il Talmud smascherato

PDF 363 KB

 

Ristampa del testo originale del 1896

IL MARTIRIO DI PADRE TOMMASO

 

IN LIBRERIA

(vedi scheda)

 

la legge sull'omofobia

minaccia etica e libertà

 

una perversione, anche se approvata per legge, resta una perversione, della sana etica e del buon senso comune:

 

RESISTI !!!

 

 

Comitato per l'abrogazione

della legge 194 (petizione)

 

correlato

l'aborto è omicidio

(per stomaci forti)

 

Il feto sopravvissuto?

È l’aborto choc che nessuno racconta

 

IL TRAPIANTISTA IGNAZIO MARINO

“pluriomicida legalizzato”

riceviamo e pubblichiamo

 

Coma  irreversibile: categoria  inesistente

 
 

NO COMMENT

 

 

"La Palestina è sotto la tirannia di una falsa promessa"

(Patriarca Attallah Hanna)

di Francesco Lamendola - 19/05/2010

Vi sono due maniere per esercitare un potere politico: conquistarlo ed esercitarlo in prima persona, oppure raggiungere nell’ombra, avanzando pazientemente e sistematicamente, delle posizioni importanti al fianco dei potenti, onde esercitare su di loro un influsso più o meno discreto, più o meno velato, ma pur sempre determinante.

Si prenda, come classico esempio di questa seconda strategia, il libro veterotestamentario di Ester; e si vedrà come anche una donna, nel contesto di una monarchia assoluta come quelle del Medio Oriente antico, possa svolgere la funzione decisiva di promotrice degli interessi di una minoranza religiosa, spazzando ogni ostacolo davanti ad essa, meglio di come avrebbe potuto fare un politico sperimentato o un esercito in assetto di guerra.......(leggi tutto)

GRAVE ATTACCO DIFFAMATORIO

nei confronti di  TerraSantaLibera.org

e di altri siti  che seriamente fanno cronaca e informazione

Di seguito il video di RaiNews24, pubblicato anche su YouTube.

 

Stefano Gatti su Rainews24

.........vai al video.........

Redazionale di TerraSantaLibera.org  - 18 maggio 2010 - Il nostro Logo/banner è stato più volte associato, in un volgare fotomontaggio, a siti di fanatismo delirante, neonazisti o negazionisti, per screditare la seria opera di molti volontari del web che si oppongono a falsità e ingiustizie (e a chi le avvalla con tali manipolazioni audiovisive, ricevendo come compenso centinaia di migliaia di euro annuii), per creare una falsa immagine in chi non conosce il nostro lavoro di cronaca, informazione e controinformazione, necessario per colmare, in uno Stato di Diritto Democratico, lacune gravissime nell'informazione di massa, purtroppo in mano a persuasori che agiscono per potenze straniere, pagati con i soldi dei contribuenti italiani.

Bisognerà ricordare a questi signori e signore (ed i nostri legali si stanno muovendo in tal senso), i quali con questa trovata pubblicitaria hanno trovato la gallina dalle uova d'oro (tanto il parlamentare acrobata di turno, in obbligo per essere da loro stato sdoganato dal limbo politico nel quale si trovava, lo trovano sempre per mettere una firma e stanziare fondi) , che l'Italia e il Mondo non sono ancora sotto il loro completo controllo, nonostante si stiano dando un gran da fare in tal senso, e che fare di tutta l'erba un fascio non  basta a creare condizioni antidemocratiche e liberticide, che in Italia ancora non ci sono.

E ci batteremo affinchè non ci siano neppure per il futuro.

La loro è solo opera di disturbo, perchè sanno bene che neppure a livello internazionale riusciranno a far accettare una legislazione estremamente liberticida come quella che vorrebbero. A parte in Israele ovviamente.

 

"Perché i cittadini italiani devono pagare una ricerca il cui scopo è di difendere l'immagine di una potenza straniera ? (Israele) e di una organizzazione politica straniera (il sionismo)? Non crediamo che vi sia in Israele un'organizzazione che faccia altrettanto nei riguardi dell'Italia, della religione cattolica o di qualche movimento politico italiano "perseguitato".

Inoltre la valutazione di questo fenomeno online viene dato ad un istituto di parte e non certo imparziale.

Su quali principi e parametri poi vengono valutati i siti? Non certo sui i principi della Costituzione Italiana o dei Diritti dell'uomo che difendono la libertà di espressione e di critica.

In periodo di crisi economica, è poi necessario sperperare fondi pubblici, soldi di tasse dagli italiani, alla faccia di tutte le esigenze primarie del paese, per finanziare chi non produce assolutamente nulla, a parte proposte liberticide e antidemocratiche? Con una diversa legge elettorale, dove i candidati al Parlamento li potessero eleggere i cittadini, certe persone non siederebbero nè in Parlamento, nè al Governo, non mangerebbero alle spalle dei cittadini, non si potrebbero permettere di fare politica per Israele, a spese nostre".

(lettera ricevuta da un lettore di TerraSantaLibera.org del 14/5/2010)

 

Onore ai caduti italiani,

ma anche ai troppi caduti civili, non belligeranti, afgani:

basta sangue italiano, e afgano,

per gli interessi imperiali USA.

non ci servono ipocrite lacrime di coccodrillo,

fate tornare a casa i nostri ragazzi !


ISRAELE, CASA EDITRICE . . . DELL'ORROR

Una nuova casa editrice al Salone del Libro:

Israele

Editoriale di Infopal - 17 maggio 2010

.........(...vai all'articolo...).........


62 anni fa, la Nakba:

un deportato racconta l'espulsione

dei palestinesi dalla loro terra

 

Speciale da Infopal.it del 14 maggio 2010

 

Membri dell'organizzazione terroristica-sionista "Haganah"

espellono cittadini arabi palestinesi dalle loro case ad Haifa (12/5/1948).

Tutto ciò ha un solo nome: pulizia etnica

 

Ricordi del passato

A 62 anni fa risalgono i ricordi dell’ottuagenario Hasan Subhi Abu Rahma, rifugiato dal villaggio occupato di ‘Aqir. Aveva 18 anni e faceva il contadino, insieme alla sua famiglia formata da dodici persone. La sua famiglia possedeva un terreno di 14 dunum [1 dunum palestinese equivale a 900 mq, ndr]......... Esso dava i frutti necessari per vivere, ma tutto venne interrotto dalla fuga provocata dagli usurpatori israeliani. “Era una terra generosa e benedetta. Dava il grano, il mais, il miele, il laban [un prodotto caseario simile allo yogurt, ndr] e i migliori formaggi della Palestina fatti con latte di pecora. Inoltre, il nostro villaggio era famoso per la fabbricazione di tappeti, la cui lana era tratta sempre dalle nostre pecore”.

 

.........(...leggi tutta la testimonianza...).........

2 VIDEO

(Italian & English) - (guardali in ampio scherrmo)

Al Nakba: The Palestinian Catastrophe  

Fonte: http://www.youtube.com/watch?v=rXOWTy3u96A

 Nakba: la Palestina in tutte le lingue

Fonte: http://www.youtube.com/watch?v=TlALw1R0_2A


IN RICORDO DEI 62 ANNI DI AL NAKBA

(La Catastrofe)

 

REDAZIONALE

RISORGIMENTO E SIONISMO

SONO AFFINI E ONOREVOLI ?

Redazionale di Terrasantalibera.org del 14 maggio 2010,

in risposta all'articolo di Vito Kahlun su "Fare Futuro" del 19 aprile 2010

 

.........(...vai alla pagina...).........


ULTIMA ORA:

RAGAZZO PALESTINESE DI 16 ANNI UCCISO DA COLONI EBRAICI ALLA PERIFERIA DI RAMALLAH

Palestinian Youth Shot Dead East of Ramallah

Press Release 14 maggio 2010 - ore 03.20

Popular Struggle Coordination Committee

traduzione e adattamento di TerraSantaLibera.org

 

Testimoni riferiscono che coloni giudeo-sionisti di uno degli insediamenti illegali che circondano Ramallah (in teoria capitale dell'Autorità Palestinese) avevano bloccato, come spesso accade, l'accesso alla Route 60, principale arteria stradale che mette in comunicazione, teoricamente, Ramallah con gli altri villaggi palestinesi del West Bank (ma anche gli insediamenti coloniali ebraici, che insieme all'esercito d'occupazione di Tel Aviv controllano tutta la rete stradale).

 

Sempre testimoni riferiscono che, dopo aver bloccato le auto con targa palestinese che transitavano nell'area,  tra i "settlers" e alcuni giovani arabi locali sono sorti tafferugli, con lancio di pietre all'indirizzo dell'illegale posto di blocco armato imposto dai coloni sionisti.

 

Per risposta questi ultimi hanno obbligato tutti gli occupanti delle auto, ferme al posto di blocco abusivo, di uscire e tornare verso il villaggio da cui provenivano, iniziando a sparare all'impazzata e creando un fuggi-fuggi generale.

 

La maggior parte di essi, come il giovane ucciso, Aysar al Zaben, 16 anni, contadino di Mazra'a al Sharqia, erano  pendolari che dovevano raggiungere il loro posto di lavoro. I genitori e i familiari, non vedendolo rientrare, pensavano che egli fosse stato fermato dalla Polizia israeliana (che invece di bloccare i coloni armati di fucili automatici, pistole e mitra, fermano solo e sempre i palestinesi con varie scuse: chi non ha visto non può credere...).

 

In serata, dopo un giro di perlustrazione, dopo che i coloni avevano rimosso il loro abusivo posto di blocco, il corpo di Aysar al Zaben è stato ritrovato riverso a faccia in giù con un proiettile conficcato nella parte posteriore della testa.

 

Incursioni da parte di coloni sionisti nelle terre coltivate palestinesi, con l'intento di incendiarne i raccolti e le piante, posti di blocco estemporanei ed illegali, aggressioni ad auto e lavoratori pendolari, devastazioni di luoghi di culto e di case arabe, sempre con copertura armata e da parte delle forze d'occupazione sioniste di Tel Aviv, sono all'ordine del giorno nella Palestina occupata.

 

Un pensiero alla famiglia del giovane Aysar ed una preghiera per la sua giovane anima, ma anche una considerazione: la stampa accreditata non menziona quest'ennesimo crimine commesso ai danni della popolazione assediata di Palestina, mentre osiamo solo immaginare il putiferio che avrebbero scatenato i vari giornalisti asserviti se ad essere ucciso fosse stato un giovane "israeliano".

 

E ci chiediamo anche: come sarebbe possibile (a fronte dei recenti, e ancora in corso, attacchi alla nostra libertà di cronaca e informazione) avere tali informazioni in lingua italiana, se venissero meno, perchè oscurati, siti web come il nostro, come InfoPal.it, come Effedieffe.com,  come Andreacarancini.blogspot, Zatar, e pochi altri?

 

la presente informazione di cronaca è dovuta alla nostra collaborazione

con il Popular Struggle Coordination Committee

vedi originale in lingua inglese

REDAZIONALE

AVVISO AI NOSTRI LETTORI:

TerraSantaLibera.org è oggetto, insieme ad altri siti di controinformazione, di un attacco da parte di rappresentanti della Israel-lobby presso il Parlamento italiano (vedi gli articoli [1] & [2] con l'audizione in mp3 ed i resoconti stenografici della Commissione Parlamentare presieduta dalla Nirenstein il 22 aprile 2010-pag.13). Tale azione, di disturbo e repressione della libertà d'espressione, di informazione e di cronaca, è volta alla soppressione di quelle poche voci che ancora resistono all'alienazione totale al "pensiero unico", "politicamente corretto", e ad un giornalismo addomesticato e organico a Mammona. Le scuse trovate per cercare di zittire e oscurare verità scomode sono sempre le solite: criticare Israele e la sua politica coloniale, come criticare il giudaismo teologico deviato, sul quale poggia le basi il sionismo politico, sono equiparati, falsamente e perfidamente, all'antisemitismo biologico e razziale.

Oltre a ribadire, come Redazione e come uomini dotati di buon senso, di essere lontani anni luce dal nutrire tali sentimenti xenofobi e razzisti (e sfidiamo chiunque a trovarne nei nostri redazionali), confermiamo invece il nostro impegno, come cattolici e come cittadini, in favore dei popoli liberi in libere Nazioni, autonome ed indipendenti, e rimbalziamo ai nostri detrattori, difensori a spada tratta di ogni sorta di crimine di guerra ed umanitario commesso dallo Stato etnocratico d'Israele,  tali accuse infamanti.

Il fatto però che tale accanimento liberticida, del libero pensiero e della libera stampa, sia concentrato su un piccolo spazio web come il nostro, che assolutamente non può competere con l'informazione di massa, di stampa e televisioni accreditate, di Stato e private, le quali godono di grandi capitali e ampia diffusione e visibilità tra la popolazione, ci fa comprendere di essere nel giusto, perchè la verità, specie se scomoda ai potentati e alle lobbies politico-economiche, ha sempre dato fastidio ed è sempre stata repressa.

Noi quindi, sicuri di quanto dichiarato 2000 anni fa dalla nostra Guida, "la verità vi renderà liberi", continueremo nel nostro umile lavoro.

"Portae inferi non praevalebunt".

 

Non lasciateci soli in questa battaglia civile per la difesa di un web libero

 

Presto pubblicheremo le strategie difensive contro le diffamazioni, gli abusi di potere e le scorrettezze intraprese ai nostri danni, proponendo a voi tutti semplici azioni concrete di solidarietà. Sarà un boomerang  contro la Lobby.

 

Redazionale del 12 maggio 2010


Dopo le richieste di Obama di consegnare interamente gli USA alla Fed.Res.Bank (vedi link), oggi i politicanti europei chiedono altrettanto per la BCE. Sotto diretta supervisione BIS e FMI.

VERSO UN GOVERNO MONDIALE

IN MANO ALLE BANCHE

 Paul Joseph Watson - Prison Planet

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di Renato Montini

Il presidente della BCE comunica agli addetti ai lavori che un gruppo segreto di banchieri internazionali – responsabili dello stato senza nazione – diventerà il motore principale del governo mondiale. In un discorso davanti all’elitaria organizzazione Council On Foreign Relations tenuto all’inizio di questa settimana a New York, il presidente della Banca Centrale Europea Jean-Claude Trichet ha chiesto che l’imposizione del dominio globale venga diretta dal G20 e dalla corrotta Bank for International Settlements (Banca dei Regolamenti Internazionali) in nome della salvaguardia dell’economia globale.....(leggi tutto)

(versione in italiano ed in lingua originale inglese)

 

CORRELATO

I RETROSCENA DELLA CRISI GRECA



NON CI RESTA CHE RIDERE

Redazionale InfoPal.it - 6 maggio 2010

 

È vero, avete ragione. E noi abbiamo torto. Anzi, è Israele che ha ragione, sempre e comunque. Ha talmente ragione, qualsiasi cosa faccia, che ci vergogniamo profondamente per aver dato voce alla “parte sbagliata”, i palestinesi.
Ma che vorranno mai questi palestinesi? Perché non se ne vanno tutti?......

 

........Siamo completamente d’accordo con tutte le conclusioni della Commissione sull’antisemitismo presieduta da Fiamma Nirenstein. Bisogna al più presto chiudere, censurare, oscurare tutto, perché è davvero scandaloso che ancora vi sia chi propaga falsità di ogni tipo su Israele. Ma noi vogliamo redimerci, se ci concederete questa grazia. “Israele siamo noi”, ha scritto qualcuno, e noi siamo d’accordo. Allora vogliamo contare anche noi dentro Israele e dare il nostro contributo al trionfo di questo gioiello dell’umanità. Vorremmo consigliare ai suoi dirigenti di non ammazzare solo 1.500 palestinesi in un mese, ma di fare piazza pulita con un’atomica; di non tenerli sotto embargo da anni, perché comunque ancora vivono, che diamine!; di ammazzarli direttamente ai checkpoint anziché tenerceli ore ad aspettare una cura in ospedale. Si fa prima e costa meno..........


.........Non si capisce bene, infatti, perché mai un giornalista professionale dovrebbe far circolare foto e filmati in cui esperti truffatori quali sono i palestinesi prima sradicano, camuffati da israeliani, piante d’olivo dell’Ikea; demoliscono case di polistirolo; inscenano film dell’orrore con sangue a fiotti ed altri trucchi hollywoodiani; si tuffano a terra appena vedono una telecamera fingendo di essere morti; addirittura ci sono palestinesi camuffati da cecchini israeliani che sparano contro i funerali! Bene, tutto questo campionario di falsità viene poi mandato in giro per il mondo da cosiddetti corrispondenti, presentandolo come un “crimine israeliano”…...

Così, colmo dell’intollerabile, c’è chi come noi dà spago a queste mistificazioni presentandole come vere! Lo ammettiamo: tutte le foto pubblicate sono palesemente false ed il frutto di fotoritocco e/o di mistificazione. Dovremo al più presto rimuoverle e sostituirle con altre autentiche, che mostrano i palestinesi felici nelle loro case nuove, senza un graffio e tutti in allegria vivi e vegeti, a festeggiare di vivere sotto l’amministrazione civile e/o militare israeliana.
Sì, dopo aver ascoltato gli interventi tenuti presso la suddetta Commissione, non siamo più gli stessi. Abbiamo per anni spacciato per prigionieri quelli che, invece, sono ospitati in centri di villeggiatura israeliani forniti di tutti i comfort. Solo il nostro odio e il pregiudizio ci hanno fatto credere alle falsità di associazioni sui diritti dei detenuti palestinesi che non sopportano l’idea che dei loro connazionali si trovino più che bene nei villaggi-vacanze gestiti da Israele..........

.........(...leggi tutto l'articolo e sorridi pure in libertà:

sorridere non è ancora considerato "antisemita"...per ora...).........


ULTIME DI CRONACA DA FADI SHIRAK (West Bank occupato)

Nablus: forze d'occupazione israeliane arrestano 9 persone
Bulldozer israeliani devastano la zona del Faraheen (Gaza sud)
Coinvolgimento di coloni per bruciare la moschea di Lubban
Israele arresta 7 uomini dell'Autorità palestinese

Trattamento arbitrario e disumano dei prigionieri palestinesi


Pax Israeli Pax

11 palestinesi uccisi e 285 arrestati nel solo mese di aprile

(ma non ditelo in giro, perchè sarete accusati di essere antisemiti)

.........(...leggi tutto il rapporto...).........


AMMAZZA GLI ARABI,

GRIDA ALL'ANTISEMITISMO

Norman Filkenstein  - fisicamente.net

.........(...leggi tutto...).........


DIETRO FIAMMA NIRENSTEIN

LA GUERRA SANTA ISRAELIANA ?

andreacarancini.blogspot.com - 6 maggio 2010

.........(...leggi tutto...).........

REDAZIONALE

LIBERTA' DI INFORMAZIONE E STAMPA:

SVELATI INTERESSI E SCORRETTEZZE

AL FINE DI SOPPRIMERLE

I fondi stanziati con una legge mai discussa in aula,

le scorrettezze deontologiche, le falsità.

 

Ecco perche Stefano Gatti (CDEC) e' cosi' attivo (vedi link) per far chiudere i siti web sgraditi alla israel-lobby italiana: per giustficare, col suo progetto di ricerca su internet da quattro soldi, l'ncameramento, da parte dell'associazione di cui fa parte, di ben 300mila euro annui  per ricerche su internet. Avete letto bene, 300mila euro annui, soldi che pochi di noi avranno mai la possibilità di vedere tutti insieme nella loro vita di decenni di duro lavoro

 

Ecco come i politici della nostra repubblica sperperano i soldi dei cittadini: per finanziare la propaganda della israel-lobby !


In altre parole per pagare le "pallottole" che ci vengono sparate addosso (per ora solo virtualmente).


300 mila euro all'anno buttati via per finanziare chi vorrebbe tappare la bocca a chi dice la verita' sui crimini israeliani e sui progetti di guerra globale che causeranno morti e catastrofi immani.

 

Altro che ricerca storica di rilevanza sociale...come ci vorrebbe far credere la rivista Shalom...(aprile 2010)

Sono queste le cose che questi signori/e non vorrebbero che vi dicessimo,  ed e' percio' che in atto una campagna contro la liberta' di espressione e per oscurare i siti-web scomodi.

 

Pero' noi ci domandiamo: in periodo di crisi economica, era necessario sperperare tutti questi fondi pubblici, soldi di tasse pagate dai lavoratori italiani, alla faccia di tutte le esigenze primarie del paese, per finanziare chi non produce assolutamente nulla, a parte proposte liberticide e antidemocratiche?

 

Perche' 300mila euro annui per cercare di soffocare agenzie di informazione internazionali di free-lancers (assolutamente gratuite per i contribuenti) ci sembrano eccessive e fuori luogo, proprio mentre in controtendenza ci si traccia le vesti contro gli "stati canaglia" che soffocherebbero la liberta'  d'informazione.

 

Ci fa poi ridere (ridere è ancora lecito: si può, e non è antisemita) quanto dichiarato da Stefania Consenti, editorialista del Quotidiano.net de ilSole24ore, che ci vorrebbe far credere che le ricerche del CDEC sono finanziate anche con i proventi dell’8 per mille all’Ucei, Unione delle Comunità ebraiche italiane, quando sulle pagine della rivista ebraica italiana per eccellenza (Shalom aprile 2010) è invece pubblicato con enfasi (chi si loda si imbroda) quel piccolo particolare dei 300mila euro annui.

Almeno si coordinino prima di spararle.

 

Chiediamo anche noi una interrogazione parlamentare in tal senso, dopo aver appreso, oltretutto, che tali fondi sono stati stanziati a fronte di una " legge che non è neanche stata discussa in aula, ma approvata in sede di commissione legislativa e di ciò ne ha sicuramente merito anche il presidente della camera fini".(shalom, aprile 2010)

Forse è per questo che non voleva lasciare la Presidenza della Camera? Semplice domanda a fronte di un lecito dubbio.

 

Intanto la sig.ra Nirenstein continua il suo accanimento, che rasenta la diffamazione mentre  sicuramente incita all'odio, rilasciando dichiarazioni a diversi giornali (ilsole24ore-parte1 - ilsole24ore-parte2) e facendo associazioni di idee ed enti che non hanno nulla a che vedere tra loro.

 

Perche' confondere, come e' stato fatto sia nelle dichiarazioni date in commissione parlamentare (scolta tutto l'audio), che sui quotidiani nazionali (di cui al link sopra citato: ilsole24ore-parte1), il sito dell'agenzia on-line infopal.it, oppure effedieffe.com, ma anche il nostro terrasantalibera.org, (che svolgono un'azione di informazione giornalistica e culturale, oltre che di controinformazione alle false o parziali notizie rese sulla disgraziata situazione della terrasanta da quando e' stata invasa da fanatici coloni stranieri razzisti e suprematisti), con altri siti web le cui scelte editoriali sono completamente diverse e non accomunabili ai sopra citati siti web, e' cercare di forzare un giudizio, per creare una falsa corrente d'opinione, fare di tutta l'erba un fascio, e giungere a conclusioni estreme per invocare una dittatura del pensiero e togliere anche al web la possibilita' di far circolare notizie e immagini che rappresentano la verita' e non solo la propaganda, a cui siamo abituati

(per esempio, dal Pagliara, che ci mostra sempre e solo gli sconquassati razzi/petardi qassam ficcati nell'asfalto ma mai gli attacchi con bombe vere israeliane che lasciano decine e centinaia, se non migliaia come a Gaza, di morti sul terreno).

 

Sempre la Nirenstein si lamenta delle calunnie riguardanti gli "ebrei impegnati in un racket internazionale del traffico di organi" (ilsole24ore-parte1).

Donna Nirenstein si vada a vedere i filmati che sono liberamente disponibili su Youtube, girati da networks televisivi americani, non iraniani, dove si mostrano gli arresti di decine di rabbini e membri della comunita' ebraica accusati di traffico internazionale d'organi, o il filmato di un altro network americano che mostra il presidente dell'ADL (anti defamation laegue of b'nai b'rith: potente loggia massonica internazionale ebraica riservata solo ad israeliti) canadese denunciato per pedo-pornografia. Solo per citare alcune delle notizie che a volte all’estero si possono avere e in Italia no.

 

Queste, cara Nirenstein, non sono calunnie, ma la verita’, quella che voi vorreste vedere repressa per lasciare spazio ad un’informazione viziata e deviata solo e sempre a favore di una parte.

Possiamo capire che Fiamma Nirenstein con passaporto israeliano, si senta piu’ israeliana che italiana, ma allora perche’ non se ne va a vivere a Tel Aviv?

Qui, cara Fiamma, siamo ancora in Italia: ma neppure in America sarebbe possibile una repressione della stampa come lei vorrebbe, e la prova e’ che i siti piu’ numerosamente critici verso Israele e la Israel Lobby sono proprio quelli americani.

Il libro “la Israel Lobby”, edito dalla Mondadori di Berlusconi, non da una casa editrice nazista, è stato scritto da due autori americani, non italiani, arabi, iraniani o palestinesi.

Che facciamo? Chiediamo di oscurare anche la Mondadori quale covo di pericolosi  antisemiti?
E mentre ci siamo chiediamo di far chiudere anche YouTube, Google, Yahoo?

Tanto per essere sicuri.
 

E quali sarebbero le persecuzioni e violenze di cui sarebbero vittime gli ebrei italiani: poche scritte con la bomboletta spray di qualche fanatico da stadio bastano per spacciarsi come martiri?
Ma per favore, siamo seri. Se per ogni scritta sui muri dovessimo chiedere la legge marziale e la censura allora dovremmo tornare a comunicare con i piccioni viaggiatori.
 

In conclusione, ci pare che la sig.ra Nirenstein, presa da un eccesso irrefrenabile di quell’intolleranza che è propria della sua educazione e del suo carattere, stia esagerando veramente, e siamo sicuri che all’interno del suo Partito, quello della Libertà, almeno teoricamente, ci siano ancora uomini che della Libertà hanno una concezione sicuramente più elevata e nobile della sua, che sanno rispondere e controbattere, a chi abbia posizioni diverse dalle loro, con la dialettica e la forza della ragione, e non come fa lei, infrangendo la regola deontologica della continenza formale ed usando invece la forza per imporre la sua propria ed esclusiva ragione.

 

 In quanto poi a democrazia e liberta’, crediamo che questa signora, ed il suo seguito di cortigiani, abbia ancora molto da imparare, se l’unico modo che riesce a concepire per controbattere gli scritti ed i pensieri altrui e’ solo quello di impedire ad altri di esprimersi  liberamente, infrangendo palesemente le più elementari e basilari regole della costituzione democratica universale e del buon senso.

L’Italia e l’Europa, cara Fiamma, nonostante tutto il gran da fare che vi date per esercitare pressioni a tutti i livelli, non sono Israele.

Grazie a Dio, non ancora.

 

E noi, insieme a tutti gli uomini e donne amanti della giustizia e della libertà, ci batteremo, ognuno nel suo campo e a seconda del proprio stato, sinchè avremo fiato in corpo, affinchè ciò non accada mai.

 

Tutta la Redazione di TerraSantaLibera.org

 


 

Approvata la legge che finanzia il CDEC

(Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea)

Presentata da Alessandro Ruben,

fornisce un contributo annuo di 300 mila euro da Shalom.it - Aprile 2010

http://www.shalom.it/index.php?option=com_content&task=view&id=885&Itemid=9

 

Dopo un rapido esame e conseguente approvazione presso la Commissione Cultura della Camera, lo scorso ottobre il Senato ha approvato - convertendolo in legge con il nome di ‘Legge Ruben’ - il decreto legislativo 1733 "concessione di un contributo in favore della fondazione centro di documentazione ebraica contemporanea, organizzazione non lucrativa di utilità sociale". Con l’approvazione di questo decreto – presentato su iniziativa del deputato del Pdl Alessandro Ruben (primo firmatario) e dai deputati, Fiano, Bertolini, Boniver, Carlucci, Di Biagio, Fallica, Fontana, Lainati, Levi, Nirenstein, Pagano, Picchi, Rossomando, Sbai e Tocci – viene riconosciuto al CDEC un finanziamento annuo di 300 mila euro al fine di sostenerne le attività. Tale importante finanziamento è stato assegnato, in uno spirito bipartisan dall’intero Parlamento, riconoscendo al CDEC un valore culturale, educativo e di ricerca storico-documetaristica di alta rilevanza sociale.

.........(...vai alla pagina e leggi tutto...).........

 

COME CREARE I PRESUPPOSTI PER

 INTRODURRE LEGGI LIBERTICIDE

E SILENZIARE VOCI SCOMODE IN PREVISIONE DELLE NUOVE GUERRE GIA' MINACCIATE

(mentre il furto della Terra Santa e il genocidio del suo popolo autoctono sono in corso d'opera nell'indifferenza quasi totale)

israel-lobby al Parlamento italiano

vUOLE far chiudere i siti CRITICI VERSO Israele.

Anche IL NOSTRO Terrasantalibera.org

citatO a sproposito in Commissione

 

AUDIO (mp3) DELLA SEDUTA E DELLE SINGOLE RELAZIONI

Audio solo delle relazioni di Fiamma Nirenstein (3 interventi)
Audio solo delle relazioni di Stefano Gatti (2 interventi)
Audio di tutte le relazioni in un unico file (12 interventi)


TESTO: Resoconti stenografici della Commissione Parlamentare

presieduta da Fiamma Nirenstein il 22 aprile 2010

REDAZIONALE

QUESTO E' UN CHIARO ATTACCO ALLA LIBERTA'

D' ESPRESSIONE E D' INFORMAZIONE,

NONCHE' UN TENTATIVO DI CENSURA

DI VERITA'  SCOMODE.

(Redazionale del 3 maggio 2010)

Alle Commissioni Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e Interni e Affari esteri e comunitari della Camera in nome della libertà, la richiesta di censura, bavaglio, oscuramento per quei siti on line che osano criticare Israele o il giudaismo. Con la scusa dell'antisemitismo si cercano strade per negare a livello internazionale il diritto di parola, di pensiero, di critica, se essi sono a discapito di Israele e della israel-lobby che sostiene i crimini sionisti in Terra Santa e nel mondo.

Potete ascoltare le audizioni (in formato mp3) degli esperti, PdL e PD, Fiamma Nirenstein, Stefano Gatti, Renato Farina, Andrè Oboler, Paolo Corsini, Francesco Tempestini, Enrico Pianetta, in materia di monitoraggio on-line del fenomeno "antisemitismo".

Per tutti costoro, ovviamente, i crimini commessi ai danni del popolo arabo-palestinese (di origini sicuramente semite, mentre dubbie sono quelle dei coloni nei Teritori Occupati) in Terra Santa non sono "antisemitismo". Per questi inquisitori oscurantisti è lecito criticare, ridicolizzare, coprire di fango, insultare qualsiasi religione e qualsiasi nazione, ma non Israele e il giudeo-sionismo antisemita, questo sì, che ne è la causa fondante.

(Redazionale del 3 maggio 2010) ...........(...vai alla pagina...).........

LISTE DI PROSCRIZIONE, DELAZIONE, FALSITA' E INCITAMENTO ALL'ODIO VERSO PERSONE ED ENTI

QUESTO IL FRUTTO DI UNA PERFIDA CAMPAGNA DIFFAMATORIA:

GLI ISTIGATORI SONO RESPONSABILI E SARANNO CHIAMATI A RISPONDERE DI EVENTUALI DANNI ALLE PERSONE ED ASSOCIAZIONI DA LORO CAUSATI

Antisemitismo su internet

Antisemitismo su facebook 


PERSINO GLI EBREI FILO-SIONISTI CONDANNANO LA POLITICA ISRAELIANA, MENTRE DA NOI E' VIETATO,

COL PRETESTO DELL'ANTISCEMITISMO

 

Ebrei europei firmano petizione:

giusto criticare Israele

Tra i firmatari Bernanrd-Henri Levy e Daniel Cohn-Bendit

Roma, 3 mag. (Apcom) - Oltre 3.000 ebrei europei, tra cui intellettuali e politici di primo piano come Bernard-Henri Levy, Alain Finkielkraut e Daniel Cohn-Bendit, hanno firmato una petizione, che verrà presentata al Parlamento europeo, in cui criticano tra le altre cose la politica israeliana degli insediamenti....(leggi tutto)


Giornata mondiale per la libertà di stampa

Editoriale di Ma'an

Riduzione e traduzione a cura dell'Agenzia InfoPal.it

Il 3 maggio di ogni anno viene celebrata in tutto il mondo la Giornata mondiale della libertà di stampa.

Una giornata che rappresenta un'occasione per far riflettere tutti noi sull'importanza che un mezzo di comunicazione libero ha per le nostre vite e le nostre società............(leggi tutto l'articolo)


L'aggressività senza limiti dei coloni giudei:

una famiglia di Gerusalemme cacciata da casa

Al-Quds occupata (Gerusalemme) - Infopal. Un nutrito gruppo di coloni accompagnato da elementi della polizia israeliana s'è impossessato, domenica 2 maggio, di una casa della famiglia Salah, nella zona di Ras Beyt Safafa, nella città di al-Quds occupata (Gerusalemme), costringendo la famiglia palestinese proprietaria (una famiglia allargata di decine membri, compresi molti minorenni) a lasciarla col pretesto che la proprietà dei terreni su cui sorgono le abitazioni, acquisita da un armeno, spetterebbe invece a loro.

Il padrone di casa, Muhammad Salah Abu 'Ali, cacciato assieme ai suoi figli, riferisce che i coloni "hanno fatto irruzione in casa nostra, un'abitazione di 150 metri quadri costruita nel 1958, prendendosela con i miei anziani genitori, scaraventati fuori dalla casa in cui abitiamo dal 1966, mentre la polizia israeliana ci minacciava di arresto nel caso avessimo deciso di farvi ritorno".

I coloni hanno piazzato il loro mobilio in casa, dove hanno fatto accomodare altri ebrei. Sull'edificio, inoltre, hanno innalzato la bandiera israeliana, cominciando poi a festeggiare per essere riusciti a prendervi possesso e a cacciarne i proprietari...........(leggi tutto)


A PROPOSITO DI PROPAGANDA:

Chi controlla Hollywood?

di Giantonio Valli -  Disinformazione - 08/04/2010
 

Se da una parte tutte le maggiori case di produzione hollywoodiane sono strettamente in mani ebraiche (ma lo sono anche catapecchie cinematografiche come la Producers Releasing Company, del ragioniere Leon Fromkess), ebraiche sono anche le prime banche che finanziano l'industria filmica.


L'unica, parziale eccezione è rappresentata dalla Bank of Italy, fondata nel 1904 a San Francisco da Amedeo Peter Giannini, un immigrato italiano nato nel 1870 a San Josè. Dotato di un talento e di una forza d'animo eccezionali, dopo il praticantato bancario egli ottiene i primi capitali per la sua impresa dai fratelli Herman Wolf ed lsaiah Wolf Hellman, due dei più potenti banchieri della California (il secondo è inoltre il fondatore, nel 1872, della prima sinagoga del Bnai B'rith di San Francisco)........(leggi tutto)


Supporta il nostro lavoro e/o l'artigianato di Terra Santa,

entra nel nostro mercatino, clicca qui.


Do yourself and your family a favor...
Don't Fall into the Sheeple Pit...

TURN OFF YOUR TELEVISION!
Ignore the TV Media
Investigate 911

Fai un favore a te stesso e alla tua famglia...

Non cascare nelle trappole per pecoroni...

Spegni la televisione!

Ignora i media televisivi

Investiga sull'11 settembre

www.TerraSantaLibera.org

Tutte  le  notizie  e  articoli  contenuti  in  questo spazio sono liberamente riproducibili, 

purchè  citando  le fonti  (anche questa), 

gli autori,  i traduttori   e  tutti  i  links :

informazione  e  controinformazione  devono  essere  

libere  e  alla  portata  di  tutti 


web-project by Filo De Fero & Canonico Peggi

ANNO   VI

Thursday, 02. June 2011

ultimo aggiornamento

نحن نسعى المترجمين المتطوعين

www.WebNostrum.com

quartier generale e

punto di riferimento

per chi sostiene

responsabilmente

il Diritto alla Libertà d'Informazione, Cronaca

ed Espressione in Rete.

UNISCITI A NOI

Tutti gli attacchi della lobby capeggiata da F. Nirenstein,

 i testi, i video, gli audio,

delle diffamazioni su

www.WebNostrum.com

IL VIDEO CHE NON

DOVETE VEDERE:

SOLDATI USA UCCIDONO

VECCHIO IRAKENO

Voice of Palestine

ULTIME 10 NEWS

 

This webpage uses Javascript to display some content.

Please enable Javascript in your browser and reload this page.

Daily News

CERCHIAMO  VOLONTARI  PER TRADUZIONI

PAGINE EXTRA

Doppio pacco Goldman Sachs

Analogie e similitudini tra Risorgimento e Sionismo

Elena Kagan nominata da Obama alla Corte Suprema USA

Brutta, laida e vecchia

Europa dei banchieri

Flotta della Libertà dall'Europa, per rompere l'embargo a Gaza

BA'ATH   IRACHENO:

A DAMASCO LA SUA PRIMA  APPARIZIONE POST-SADDAM

we seek voluntary translators

Nous cherchons des traducteurs bénévoles

Estamos buscando traductores voluntarios

EXTRA PAGES

Profitable Depopulation Plot

 Links JP Morgan-Chase and Goldman Sachs to Vaccination Contaminations

and BigPharma Corruption

Мы ищем добровольцев переводчиков
Wir suchen freiwillige Übersetzer
Επιδιώκουμε εθελοντές μεταφραστών

pages plus 

L'ÉGLISE A RECONNU OFFICIELLEMENT DEPUIS 1934 LE SAINT-SUAIRE COMME AUTHENTIQUE

Prière indulgenciée à réciter

devant le saint Suaire

我们现正咨询志愿者翻译

私たちはボランティア翻訳者を求めています

 

Betlemme : ingresso

VIDEO-Film completo :

IRON  WALL

"IL MURO DI FERRO"

 

 القُدس الأرض المقدسة

CORSI di ARABO

NUOVE ISCRIZIONI 2010

PROGETTO LIBANO

a cura di Siro Mazza

 

Libano

Campo Estivo a Nahr al Bared

dal 31 luglio al 10 agosto 2010

Il Campo Estivo avrà luogo nel campo profughi palestinese di Nahr el Bared nel nord del Libano e vedrà riuniti per dieci giorni giovani volontari italiani e palestinesi.......(leggi tutto)

 

VIDEO-CLIPS

VIDEO - Spie assassine 1 & 2
VIDEO: Chabad Lubavitch

VIDEO: Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni contro Israele  - no 729 code

PER NON DIMENTICARE GAZA

VIDEO: To Shoot an elephant

VIDEO: Al Aqsa Intifada

Le voci delle madri di Gaza

Craxi e l'OLP: "La lotta armata dei palestinesi è legittima"

ConferenzA di BOLOGNA : VIDEO & solo/AUDIO

Rabbino di Brooklyn trafficante in organi umani

I FARISEI, OGGI COME IERI, USURAI E TRAFFICANTI MAFIOSI

The Protocols of the Learned Elders of Zion

23/07/2009:  Direttore Museo Olocausto, membro Lega Anti-Diffamazione (ADL/B'nai B'rith) arrestato per oltre 23 video pedofili

Dozzine di politicanti, rabbini e investitori ebrei arrestati nel New Jersey con l'accusa di traffico di organi umani

Ucraina: altri 8 israeliani sono stati accusati di traffico d'organi

Gaza: Rimuovere l'assedio, dare una possibilità di vita

L’Italia chiamò: i soldati denunciano l’uranio impoverito

Guardian: Gaza, nessun diritto alla vita. Collabora o muori.

ALLE ORIGINI DEL TERRORISMO SIONISTA + VIDEO

La morte di un malato palestinese porta a 392 il numero delle vittime dell’assedio a Gaza

HANNO CHIUSO L'ACCOUNT DI MENPHIS75

crisi pianificata per controllo delle masse

LA PACE È IRRAGGIUNGIBILE ?
L'UOMO DIETRO BARAK OBAMA (1)

L'UOMO DIETRO BARAK OBAMA (2)

VIDEO: Sylvia Stolz Speaks Shortly Before her Trial

 
TESTI RECENTI

SENTENZA DI UN TRIBUNALE ITALIANO: si può criticare la politica dello Stato di Israele, la sua natura di Stato coloniale, il suo uso strumentale del cosiddetto Olocausto a fini di oppressione del popolo palestinese

AL CONTRARIO: Condannati per aver diffuso idee di discriminazione razziale nei confronti dello Stato d’Israele.


ENTRAMBE SONO SENTENZE DI TRIBUNALI DELLA STESSA NAZIONE:  QUALE GIUDICE E QUALE TRIBUNALE SONO "GIUSTI" ???


 

"Valuta, lavoro e decadenze"

Ezra Pound - libro completo in 5 parti

Omelie contro gli ebrei" 

PDF  book (840 KB)

Guida completa all'uccisione dei non-ebrei

“Existence denied: dal checkpoint al machsom” (mostra fotografica)

Il deprimente spettacolo degli

“amici della Palestina”

Comunicato delle organizzazioni EU a sostengno della causa palestinese

Comitato per l'abrogazione

della legge 194 (petizione)

Ex diplomatici tedeschi: stopa sostegno incondizionato di Israele

 

62 anni colonialismo sionista

62 anni Nakba palestinese

 

12 maggio 1948

Membri dell'Haganah espellono arabi

PULIZIA   ETNICA

Tra il 1947 e il 1948 vennero cacciati dalle loro case e terre 750.000 palestinesi.

Oggi essi sono 5 milioni di profughi.

 

Solo quando  appariranno con chiarezza i progetti occulti del folle messianismo spurio sionista, tutti comprenderanno a fondo il pericolo verso il quale l'umanità intera sta andando incontro (ndr)


APPROFONDIMENTI:

quaderni storici sulla Palestina

"NAKBA"

La tragedia del 1948

a cura di Angela Lano

e Jacopo Falchetta

Edizioni Al Hikma

@

 

SALVA VITE, NON FINANZIARE IL WAR-BUSINESS ISRAELIANO

(cliccare sulla foto sopra per ingrandirla)

se il codice a barre sul prodotto riporta il numero 7 29


NON comprate!

(vai alla pagina dei prodotti)